Menu opener
Close
Scegli una città o un hotel ed inseriscilo nel campo qui sopra.
Nessun suggerimento
Seleziona un periodo inferiore a 21 giorni
Seleziona una data successiva

Seleziona un periodo inferiore a 21 giorniSeleziona una data successiva

Arrivo
Partenza
Area dedicata ad Aziende e Agenzie
  • Cortina d'Ampezzo Hotel B&B
  • 03/12/202004/12/2020
  • 1 camera, 1 adulto
  • 1 camera, 1 ospiti

Cortina d'Ampezzo, 1 hotel

Scopri Cortina

Soprannominata “la Regina delle Dolomiti”, Cortina è senza dubbio la meta più chic di tutti i gruppi montuosi. La città è un mix di arte, natura e vita mondana in cui si può trovare qualsiasi cosa si desideri.
Inserita nel comprensorio sciistico più grande al mondo, il Dolomiti Superski, d’inverno Cortina è perfetta per le sue piste, considerate tra le più impegnative e panoramiche di tutte le Dolomiti. L’estate, invece, è la stagione ideale per escursionisti e arrampicatori.
Il territorio di Cortina d’Ampezzo fa parte dell’area protetta del Parco Naturale delle Dolomiti, la catena montuosa che nel 2009 è diventata Patrimonio dell’Umanità.

Dove prenotare a Cortina

Sei alla ricerca di un hotel economico a Cortina? Il B&B Hotel Cortina Passo Tre Croci è situato in una posizione strategica, a poca distanza da Passo Tre Croci, valico alpino a 1.800 metri alle pendici del Monte Cristallo e a soli 13 minuti dal centro di Cortina d'Ampezzo. La struttura è perfetta per soggiornare ad un ottimo rapporto qualità-prezzo. L'hotel dispone di comode camere arredate con bagno privato, connessione Wi-Fi 200 Mega, Smart TV 43" con Chromecast integrato e Canali Sky gratuiti. Vuoi scoprire più punti di interesse e le attività da fare a Cortina? Nei B&B Hotels è semplicissimo, rilassati in camera, accendi la Smart TV e naviga nelle sezioni dedicate potrai scoprire i ristoranti nei dintorni e tutto ciò che ti serve per un'esperienza unica a Cortina.

Storia e curiosità

La storia di Cortina vede testimonianze sin dai tempi dei romani e delle popolazioni barbare. La città deve il suo sviluppo allo sfruttamento delle foreste e al commercio del legname. Per la sua posizione geografica fu annessa prima alla Serenissima Repubblica di Venezia e poi all’Impero Austro–Ungarico. Dalla metà del 1800, grazie alle ferrovie che permettevano l’arrivo di ricchi viaggiatori europei, Cortina si trasformò nella vera capitale delle Dolomiti e nacquero così i grandi alberghi e le prime strutture sportive e turistiche. Dopo le Olimpiadi del 1956, le prime in epoca televisiva, Cortina cominciò pian piano a diventare come la conosciamo oggi.

Per le tue passeggiate

Situata a 1224 metri di altitudine ed immersa in uno scenario di incomparabile bellezza, Cortina è la meta ideale per il trekking e le escursioni in mezzo alla natura. Da una breve gita nei boschi ad un’escursione al Lago di Misurina, destinazione perfetta per ritrovare il benessere nella natura, non avrai che l’imbarazzo della scelta. Tra i luoghi di incantevole splendore troviamo anche il lago cristallino del Sorapis e il Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, in cui concedersi passeggiate rigeneranti. Le attività da poter svolgere sono numerose, anche per i più piccoli!

Monumenti e luoghi d’interesse

Tra i luoghi da vedere a Cortina d’Ampezzo c’è la Basilica dei Santi Filippo e Giacomo, la Casa delle Regole – sede del Museo d’arte moderna - il Museo Paleontologico ed Etnologico con la più grande collezione di fossili delle Dolomiti, varie architetture militari e il Palazzo del Ghiaccio, teatro delle Olimpiadi Invernali del 1956.
Tra le meraviglie da vedere nel Parco Naturale delle Dolomiti ci sono le cime delle Cinque Torri, il Monte Cristallo, le Tofane, il Lago Sorapis e le cascate del rio Fanes.

Eventi

Uno degli eventi più importanti durante l’anno è l’arrivo di San Nicolò e i suoi angeli che, nella notte del 5 dicembre, giungono in Piazza Angelo Dibona, in pieno centro storico, portando regali per i bambini buoni; i krampus, invece, diavoli dall’aspetto spaventoso, trascinano sbattendo rumorosamente delle grosse catene per intimorire grandi e piccini, soprattutto quelli che sono stati “cattivi” durante l’anno.