Menu opener

Cosa vedere a Bologna: 10 posti da non perdere

Bologna, da sempre Dotta e Grassa (ospita l’Università più antica del mondo occidentale ed è famosa per la sua ricca tradizione culinaria) è una città che merita una visita, anche per passeggiare sotto i portici che la contraddistinguono. Chiedi consiglio al personale del B&B Hotel, ti suggerirà cosa vedere a Bologna!

Quali sono le 10 cose da visitare a Bologna?

  • Torre degli Asinelli e Torre della Garisenda: sono i simboli della città di Bologna. Collocate in piazza di Porta Ravegnana erano il punto di raccordo tra i passaggi di collegamento e avevano funzione difensiva. 
  • Piazza Maggiore: è il vero cuore di Bologna circondata da edifici storici. Tra questi, Palazzo dei Banchi, in realtà una semplice facciata di 15 archi creata per nascondere le vie del mercato retrostante, e Palazzo dei Notai. A pochi metri, la Fontana del Nettuno, costruita dal Giambologna.
  • Basilica di San Petronio: è la più importante chiesa bolognese. L’organo, risalente al 1470, è ancora in uso, il portale è di Jacopo della Quercia e la Meridiana è la più lunga al mondo.
  • Basilica di Santo Stefano: è un insieme di edifici di culto, conosciuti anche come “Sette Chiese”.
  • Palazzo d’Accursio: il suo portale fu realizzato da Galeazzo Alessi. L’interno ospita un’imponente scala cordonata, una serie di Sale e di Cappelle e le collezioni comunali d’arte.
  • Palazzo del Podestà: fu la prima sede del governo cittadino. I quattro pilastri angolari sotto la torre campanaria formano il Voltone del Podestà', che crea un particolare effetto acustico (i visitatori possono parlarsi sottovoce dagli angoli opposti).
  • Archiginnasio: il palazzo fu fatto costruire dal Cardinale Borromeo. Attualmente ospita la Biblioteca civica e il Teatro Anatomico.
  • Portici: lunghi ben 40 km, caratterizzano la città felsinea. Sono prevalentemente in muratura, con alcuni esempi lignei risalenti al Duecento. Il più ampio è il trecentesco Quadriportico della Basilica di S. Maria dei Servi.
  • Santuario di San Luca: posto sul Colle della Guardia, è collegato al centro della città da un portico di 600 arcate lungo 4 chilometri. Dal suo terrazzino panoramico si possono ammirare Bologna e i suoi colli. 
  • Canali: un tempo utilizzati per il rifornimento idrico e il commercio, sono in parte navigabili. Il più importante è il canale delle Moline, che scorre nelle vie del centro storico. In una di queste, via Piella, si trova un edificio con una finestrella molto suggestiva sui canali.

Cosa mangiare e dove dormire a Bologna?

La cucina bolognese, famosa in tutto il mondo, comprende tra le altre bontà la pasta all’uovo, semplice o ripiena (tagliatelle, tortelloni e tortellini), il sublime ragù, le lasagne, il gran bollito, la cotoletta alla bolognese e, naturalmente, la mortadella. 
Un’ottima ed economica soluzione per dormire in città è sicuramente il B&B
Hotel a Bologna, con le comode camere e i suoi servizi.